Un doveroso tributo

“Quando arrivai in Nuova Zelanda per cominciare le riprese nel ruolo di Gandalf, nella prima settimana del XXI secolo, Peter Jackson organizzò una cena per una parte del cast. Ero molto felice di sedere accanto a Christopher Lee, che già conoscevo ed ammiravo. Lui era stato scelto per interpretare lo Stregone Bianco, Saruman, ma si rivolse a me così: Ho sempre pensato di dover interpretare Gandalf. Leggo Il Signore degli Anelli ogni anno, a volte anche due”

Questo l’inizio del post che Ian McKellen ha pubblicato sulla propria pagina Facebook, in occasione della scomparsa di Sir  Christopher Lee, avvenuta il 7 Giugno 2015, a Londra, alla veneranda età di 93 anni.

Attore tanto straordinario quanto longevo, reso celebre dal personaggio del Conte Dracula, Christoper Lee ha recitato, nel corso di sessant’anni di carriera, in circa 280 film, interpretando molto spesso ruoli da “villain” con una maestria unica. Dal Conte Vampiro a Francisco Scaramagna (007 – L’uomo dalla pistola d’oro), dal Conte Dooku (Gurre Stellari) fino a Saruman (Il Signore degli Anelli), non c’è sfaccettatura di malvagità che Sir Lee non abbia saputo rendere al meglio sullo schermo.

Ma Sir Lee non è stato solo uno straordinario attore.

Londinese, classe 1922, prima di debuttare come attore, Christopher Lee ha servito, durante la Seconda Guerra Mondiale, nell’esercito di Sua Maestà. Dapprima in Finlandia, per poi passare alla RAF come pilota e ufficiale cifratore. Legato anche ai servizi segreti inglesi, Sir Lee ha lasciato l’aviazione al termine del conflitto, proprio per intraprendere la carriera cinematografica. Capace di parlare fluentemente ben otto lingue, Sir Lee ci è cimentato anche come doppiatore, cantante e scrittore. Un artista poliedrico che ha saputo spaziare dalle autobiografie (ben due) ad album metal che traevano ispirazione dall’epica carolingia, riuscendo sempre a far parlare di sè. Elegante, carismatico, misterioso, intorno alla sua figura, nel corso del tempo, si sono create delle vere e proprie leggende. Come quella che lo vedeva, ammiratore dell’occulto, possedere una vastissima biblioteca sull’argomento. O quella che rigurdava il suo presunto lavoro di spia durante gli anni passati nei servizi segreti inglesi. Voci che sono state tutte smentite o mai confermate dall’attore, ma che hanno comunque saputo far breccia nell’immaginario collettivo e renderlo quasi un personaggio mitico. Sono vere, invece, alcune curiosità che lo vedono protagonista. E’ stato l’unico membro del cast del Signore degli Anelli ad aver conosciuto personalmente John Ronald Reuel Tolkien, e ha sviluppato, negli anni, una sorta di repulsione verso il personaggio di Dracula, che l’ha reso celebre, evitando di citarlo durante interventi e conferenze e addirittura rifiutando di firmare materiale relativo al Dracula della Hammer Film Productions.

Christopher-Lee-christopher-lee-17378721-440-560

Qualche sua frase celebre contribuirà sicuramente a rendere l’idea dell’artista e dell’uomo Lee:

“Ho visto molti uomini morire davanti a me. Così tanto che ne sono divenuto praticamente assuefatto. Vedendo il peggio che un essere umano possa commettere nei confronti di un altro essere umano, gli effetti delle troture, delle mutilazioni, oqualcuno fatto a pezzi da una bomba, sviluppi una sorta di guscio. Devi farlo. Altrimenti, non avremmo mai vinto.”

“Bisognerebbe provare tutto, nella propria carriera, a parte la danza folk e l’incesto”

“Credo che la recitazione sia una miscela di istinto,immaginazione ed inventiva. Tutto ciò che puoi imparare come attore è la tecnica di base”

“Avrei desiderato essere un cantante d’opera prima di ogni altra cosa”

“Non ricordatemi come una leggenda dell’horror. Sono andato oltre”

“Spero che, un giorno, qualcuno riassuma la mia carriera così: lui era diverso. Questo mi aggraderebbe.”

“Non mi infastidisce essere ricordato come Dracula. Perchè dovrebbe? Ciò che mi infastidisce è quando la gente dice: oh, ecco Dracula. Oppure: ecco il Re dell’Orrore. Semplicemente, non è la realtà. Sono infastidito quando la gente non riconosce che io abbia fatto altro”

Un tributo doveroso, questo, ad un uomo divenuto leggenda.

Che la terra vi sia lieve, Sir Lee.

christopherlee

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...